Guarisci dalla fobia sociale a Terni

Dottor Fabrizio De Angelis

Affidati con tranquillità al Dott. Fabrizio De Angelis per la cura definitiva di ogni tipologia di fobia sociale. Fissa un appuntamento presso lo studo di Terni per valutare il problema e cercare di risolverlo velocemente con il metodo della Terapia Breve Strategica.

Cosa è la fobia sociale

Una delle forme moderne di panico, talmente in espansione da essersi meritata un posto a sé nei manuali diagnostici, è la cosiddetta fobia sociale.

Secondo il professor Nardone, questo tipo di disturbo, che conduce nella sua esasperazione ad attacchi di panico in concomitanza con l'esposizione al contatto sociale, è più una forma di ossessione del rifiuto e del giudizio da parte degli altri che una vera e propria paura. Del resto, la reazione di panico può essere indotta non solo dalla paura ma anche da ossessioni o da altre forme di percezione alterata di se stessi, degli altri o del mondo circostante. Il “fobico sociale” si sente comunque rifiutato o giudicato male dagli altri; non ha soltanto paura che questo possa avvenire, ne è sicuro in partenza.

Pertanto, egli si pone nei confronti degli altri in maniera sempre diffidente e circospetta, creando, proprio mediante tale  atteggiamento difensivo, quella disposizione nei suoi confronti che gli conferma il rifiuto o il giudizio negativo.
Questa patologia provoca quindi effetti davvero drammatici di isolamento sociale, che possono gravemente inficiare la vita di una persona, rendendola incapace di relazionarsi con gli altri e con il mondo circostante. I casi più severi conducono a una vita limitata ai contatti con la propria famiglia di origine; nella maggioranza dei casi il disturbo non giunge a tali tragiche esasperazioni, ma rappresenta una sorta di “spada di Damocle” sospesa in permanenza sopra la testa del soggetto ogni qualvolta questi si espone  a contatti sociali nuovi o vissuti come rischiosi. In questi casi la persona limita la sua vita di relazione al rapporto con le persone con le quali si sente sicuro, perchè conosciute da molto tempo e di comprovata fiducia; il terrore scatta nei confronti delle situazioni interpersonali ove si sente sotto osservazione o giudizio. 

Il fobico sociale vive nella costante vigilanza o tende all'elusione delle situazioni di rischio, oppure si protegge con la compagnia di persone fidate. Questa strategia protettiva però non lo salva dal sentirsi osservato, giudicato e spesso rifiutato dagli altri, e nel momento del disagio l'unica strategia possibile per evitare il panico è rappresentata dalla fuga. Questa tipologia di disturbo richiede un trattamento decisamente diverso da quello richiesto dalle forme di paura pura, poiché qui è necessario lavorare sulla convinzione di essere giudicati e/o rifiutati dagli altri, piuttosto che nel superamento della paura di affrontare situazioni vissute come spaventose (Nardone 2003).

Come curare le fobie sociali

Grazie ad un protocollo specifico di trattamento messo a punto dal Professor Nardone e dai suoi collaboratori, la fobia sociale può essere trattata in tempi brevi e la persona liberata da tale invalidante patologia, può scoprire la libertà di esporsi al mondo esterno e il piacere che si può ottenere dalle relazioni sociali.
“Non può vivere senza timore chi è causa del suo timore”.( Epicuro,Scatti morali) 

 

Richiedi informazioni


psicoterapeuta ufficiale cts

Chiamami

Scrivimi

WhatsApp