Cura il tuo disturbo dŽanoressia Terni

Dottor Fabrizio De Angelis

Affidati al Dott. de Angelis e alla sua esperienza ventennale nella Psicoterapia Breve Strategica per risolvere velocemente qualsiasi problematica collegata all'anoressia.

Cosa è l'anoressia

La più terribile e la più amata delle psicopatologie. Nel vasto panorama delle psicopatologie nessuna ha come diretta conseguenza la morte a eccezione dell'anoressia mentale. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresenta la seconda causa di morte in età giovanile, dopo gli incidenti stradali. Gli esiti funesti di questo disturbo si aggirano tuttora intorno ad una percentuale che varia tra il 5% e il 18% dei casi e questo dato non è certamente rassicurante, soprattutto se si riflette sul fatto che si mantiene costante da qualche decennio.
Vuol dire che, nonostante i progressi nella ricerca, le terapie per questo disturbo mentale sono ancora nella maggior parte dei casi ben poco efficaci e spesso non consentono di limitarne e azzerarne il pericoloso decorso.

Una delle cose più sorprendenti in cui ci si imbatte quando si entra nel mondo dell'anoressia è il fatto che, contrariamente a quello che suggerirebbe il buon senso, sono proprio coloro che ne sono, o possono divenirne, vittime a non temere questa pericolosa malattia, perchè tra le patologie è la più amata e viene vissuta spesso come virtù invece di essere considerata un disturbo.
Va considerato inoltre il ruolo, non certo irrilevante, giocato dalla desiderabilità sociale di una malattia di cui da sempre soffrono principesse, attrici e altre donne che rappresentano modelli da emulare per il mondo femminile, sopratutto giovanile. E questo fattore è diventato negli ultimi decenni ancora più importante a causa dell'influenza esercitata dalla moda sulle nuove generazioni. E' sotto gli occhi di tutti che le modelle che calcano le passerelle delle sfilate e le cui fotografie riempiono i giornali, ormai non solo della moda , rappresentano un ideale di bellezza anoressoide.

Il dato sconfortante è quello sull'efficacia della terapie, misurata a livello internazionale dall'Associazione Americana dei Disordini Alimentari (ANAD): gli esiti positivi non superano il 40% dei trattamenti; il 45% dei casi si cronicizza; il restante 15%, come abbiamo detto è funesto.
C'è tuttavia anche qualche sprazzo di luce in questa cupa situazione: esistono approcci terapeutici che fanno eccezione garantendo tassi di guarigione molto più elevati, in alcuni casi addirittura doppi rispetto a quelli della media generale.( Nardone 2017)

Soluzioni

Grazie al modello di terapia breve strategica e ai protocolli specifici di trattamento messi a punto, anche per una psicopatologia così pericolosa, è possibile ritrovare in tempi brevi un corretto ed equilibrato rapporto con il cibo, sia per le pazienti anoressiche in fase adolescenziale, sia per le pazienti anoressiche di età adulta.

Una tecnologia abbastanza evoluta nei suoi effetti, non è dissimile da una magia (Arthur C.Clark).

Richiedi informazioni


psicoterapeuta ufficiale cts

Chiamami

Scrivimi

WhatsApp